luciano-malawi

Luciano rimedia: a marzo sarà in Africa per recuperare le date

L’ebola adesso fa meno paura: sui media se ne parla meno, le morti sembrano essere in declino e così il panico generale che si era creato nei mesi scorsi si è andato piano piano a placarsi e anche la reggae music reagisce di conseguenza.

Ricordiamo che dopo l’annuncio di Fenton Ferguson, ministro della salute giamaicano, che aveva sconsigliato a tutti di fare viaggi in Africa, molti artisti avevano deciso di cancellare i loro tour: Konshens e Black Ryno erano tra coloro che hanno preferito non rischiare, evitando quindi di esibirsi nei paesi africani mentre Freddie McGregor rispettò gli impegni presi andando comunque nel continente nero. Tra coloro che furono costretti ad annullare il tour ci fu anche Luciano, atteso per la prima volta in Malawi: non solo, sarebbe stato il primo artista giamaicano ad esibirsi in questo paese.

A distanza di un paio di mesi da quella decisione, arriva la conferma della presenza di Luciano al Reggae Unites Festival, manifestazione che si svolgerà sul finire di marzo in Malawi. A darne notizia è Nelson Shaba, uno degli organizzatori, che ha confermato anche la presenza di Nkulee Dube, Born Afrikan, Skeffa, Trumel e Lucius Banda. Lo show di Luciano è in programma per il 29 marzo ma ancora non si conoscono altri dettagli.

L’unica certezza è che l’esibizione di The Messanjah non passerà più alla storia per essere stata la prima di un giamaicano in Malawi: il 21 dicembre infatti a prendersi questo “primato” è stato Fantan Mojah che si è esibito al Lilongwe Golf Club.

 

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi