triska

Il reggae siciliano di Triska: la recensione di Bbampa!

Uscito esattamente un anno fa, vi presentiamo con piacere l’album d’esordio di Triska, artista siciliano in attività dagli inizi degli anni duemila e con alle spalle un passato nel rap, genere che lo ha avvicinato alla musica. Nel 2011 avviene la “svolta” reggae: insieme a Papalia, Rico, Maittha, Jareed e Tony Proe, viene fondato il gruppo Boo Daci’s.

La crew messinese negli anni successivi avrà il compito di aprire i concerti di artisti come Alborosie, General Levy, Bunna, Sud Sound System solo per citarne alcuni. Triska prosegue anche la strada da solista che nel 2014 lo porta a pubblicare Bbampa!, questo il nome del suo primo disco. Una raccolta di dieci brani prodotti dall’etichetta EnZoneRecords capitanata dal produttore, musicista e fonico Giuseppe Barbara.

Il disco si apre con Brucia Babilonia, brano nel classico stile reggae a cui viene accompagnato un testo in cui l’artista analizza la sfera spirituale. Con Così non va, traccia numero due di Bbampa!, è si ha l’impressione di voler dare un seguito, sia musicale che concettuale, tra le due canzoni: il sound dei primi due brani è infatti molto simile. I ritmi si fanno più lenti con Di vui non mi scordu, brano con al centro del testo una tematica importante come l’amicizia, e con Pi mmia na sbagghiu: quest’ultima traccia è un’allegra dichiarazione d’amore verso la natura.

In La ricerca si consuma l’unica collaborazione dell’album, quella con Papalia dei Boo Daci’s. Come nel precedente brano abbiamo al centro del testo la ricerca dell’amore ma il sound è decisamente più energico, con, a tratti, intrusioni in ritmi più dancehall. L’anima roots di Treska torna viva in Mr.Pistoleru, brano di denuncia delle ingiustizie (e non solo) della nostra società. Sulla stessa linea è A malanvidia anticipata da uno dei migliori, a nostro avviso, brani del disco: da buon siciliano, non poteva mancare un vero e proprio inno alla propria terra e così Sicula è una piacevole ballata che ci trasporta mentalmente, grazie ad un ritmo coinvolgente, in Sicilia. Il disco si chiude con Libberu e con la bonus track Signora: l’ultimo brano è una condanna ai falsi moralisti.

Bbampa! è disponibile sia in formato digitale, acquistabile sui principali digital store come iTunes e ascoltabile su piattaforme come Spotify, sia in formato digitale. Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito www.enzonerecords.com.

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi