buju-banton

Buju Banton non approva l’uscita dell’ultimo singolo: il produttore si difende

Grande caos intorno alla figura di Buju Banton. Vi abbiamo parlato nei giorni scorsi della vicenda che riguarda il noto cantante giamaicano che si trova attualmente in carcere, fino al 2019, a scontare la sua pena in seguito al processo per detenzione di droga. Sull’onda della popolarità ottenuta da una foto di Buju Banton che cantava in carcere, diventata virale sul web, il produttore Mark Hudson ha deciso di pubblicare il singolo My favorite song, registrato nel 2001 e mai rilasciato.

A pochi giorni di distanza, è finalmente arrivata una dichiarazione ufficiale da parte di Buju Banton. Il cantante ha riferito a Rosemarie Duncan, coordinatrice del comitato di sostegno in difesa dell’artista, che non approva la pubblicazione del singolo. In difesa del cantante giamaicano si è schierato anche il figlio Markus Myrie che ha così parlato al Jamaica Observer: “Ho parlato con mio padre e non si ricorda della canzone e non approva la pubblicazione“.

Immediata la reazione del produttore Mark Hudson: “La canzone si chiamava inizialmente Pretty Lady ed è stata registrata nel 2004 sul Wake Up Riddim. Tutto quello che ho fatto è stato remixare il brano. In realtà quello che canta con Buju è mio figlio. La famiglia di Buju Banton approva la canzone…non so chi sia questa Rosemarie. Il nostro obiettivo è quello di fare una hit e farla entrare in classifica. Si tratta di una buona canzone: se non lo fosse stato, nessuno avrebbe fatto tutta questa polemica“.

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi