lady-saw

Il lato buono di Lady Saw: in aiuto dei più bisognosi

Nonostante sul palco non lo lascia emergere, Lady Saw ha anche un lato buono. La giamaicana, che rimarrà negli annali per essere stata la prima donna della storia a chiudere il Sumfest, ha da tempo lanciato la sua fondazione, la Lady Saw Foundation che è molto attiva sull’isola.

Pochi giorni fa la cantante si è infatti recata a Downtown Kingston per servire cibo a decine e decine di uomini e donne senza casa, cucinando per loro pollo, riso e stufato. “Ogni Natale vado a cucinare per loro ma capita anche che passando per quelle strade, vedo la loro situazione e mi ricordo che c’è molto da fare” ha detto Lady Saw. E così è stato anche questa volta, niente di programmato insomma. “Il cibo è finito molto velocemente e loro erano davvero felici. Vorrei che le autorità mi potessero dare un edificio, uno di quei vecchi edifici del centro in modo che io possa continuare a cucinare per loro. Magari con un bagno in modo che nell’attesa di mangiare possono avere la possibilità di farsi una doccia” ha aggiunto Marion Hall, vero nome della cantante.

Le attività della Lady Saw Foundation non guardano però solamente ai più bisognosi ma anche ai giovani e le donne maltrattate. Il mese scorso l’artista quarantatreenne è andata ad incontrare gli studenti della Galina Primary School di St Mary, stessa scuola da lei frequentata e dopo aver visto la situazione, ha deciso di donare alcuni computer.

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi