Wyman Low & The Ravers al debutto discografico con Trippin’

Uscito qualche settimana fa il disco di debutto di Wyman Low & The Ravers, band francese residente a Bordeaux conosciuta soprattutto nelle realtà black e reggae.

Trippin’, questo il nome della raccolta, propone undici solide tracce di new roots, di cui due cover: la storica No Symphaty di Peter Tosh e Que Beleza del cantante brasiliano Tim Maia.

Prodotto da Khanti Records e distribuito da Harmonia Mundi, l’album è frutto di tre anni di viaggi tra Caraibi, Guinea e Brasile dove Wyman ha accompagnato Max Romeo come chitarrista e corista durante le sue performance nei festival.

Affermato musicista, chitarrista e cantante, con questo disco Wyman Low ha dato luce alle sue composizioni, che sono state perfezionate e finalizzate col suo ritorno in Francia nel 2014 (dopo aver accompagnato artisti di livello internazionale nelle loro tournée), firmando un contratto per l’etichetta Toulouse dei The Banyans.

Trippin-coverTracklist Trippin’

01 – Realize
02 – Nothing
03 – Holy Reggae
04 – Crazy Soldiers
05 – Africans
06 – Afreekans
07 – No Sympathy
08 – Rainbow Generation
09 – Que Beleza
10 – Musical Soul
11 – No Fish

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi