Usain Bolt: il successo a Rio 2016 e il canto per Bob Marley

Usain Bolt, l’uomo più veloce del mondo, in questa olimpiade, in corso di svolgimento a Rio, si è portato a casa l’oro per i 100 metri piani, percorsi in 9”81. Questa è per il Lampo la terza vittoria consecutiva, dopo Pechino 2008 e Londra 2012, quando ha stabilito il record olimpico per questa disciplina: 9”63.

Come si può leggere sul sito di Repubblica, a seguito della vittoria a Rio, durante un’intervista televisiva, dopo aver dedicato la vittoria alla sua patria, una telecronista gli ha chiesto d’intonare una canzone di Bob Marley e, tra le miriadi di brani, Usain ha deciso di intonare One Love.

La storia del corridore giamaicano è andata a ispirare un cortometraggio intitolato The Boy Who Learned to Fly, prodotto da Moonbot Studios col sostegno di Gatorade, in cui vediamo come il piccolo Usain dai banchi di scuola è diventato “il ragazzo che imparò a volare”. Il video, sullo stile di un cartone animato, non dimentica di sottolineare come a volte gli atleti possano avere dei momenti di esitazione o paura, per il fatto di soffrire una grande pressione mediatica per quello che fanno. Ma alla fine, per riuscire al meglio in quel che ciascuno fa, l’importante è avere una persona al proprio fianco che sia in grado di portare conforto e che ricordi (all’atleta come a chiunque) che andando avanti a cuore leggero e rimanendo sé stessi è possibile superare tutte le sfide.

Il cortometraggio, della durata di circa 7 minuti, è visionabile qui di seguito:

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi