A febbraio il nuovo album di Meta and The Cornerstones

Sarà un album di autentico reggae ed è per questo che c’è grande attesa per l’uscita del nuovo album di Meta and The Cornerstones, la band capitanata dal cantante senegalese Meta Dia. L’Italia li ha visti dal vivo, per la prima volta assoluta, la scorsa estate e molti sono rimasti positivamente colpiti dal loro talento: non a caso Meta Dia è stato etichettato, dal New York Times, come il Bob Marley africano.

Per tutti coloro che ormai sanno a memoria le canzoni di Forward Music e Ancient Power, i primi due dischi del gruppo, la data da segnarsi in calendario è il 17 febbraio quando uscirà Hyra, questo il nome del terzo e nuovo album di Meta and The Cornerstones.

Un disco frutto di una campagna crowdfunding che ha raccolto oltre 15mila dollari, cifra utilizzata per far diventare realtà questo album che può essere definito come figlio del mondo: registrazioni, mixing e
mastering sono state fatti tra Inghilterra, Olanda, Giamaica e tra città come Parigi e New York, passando per celebri studi come i Real World Studios di Peter Gabriel o i Bonzai Caruso di Shane Brown. E proprio quest’ultimo ha descritto Hyra come un album destinato ad entrare nella storia, grazie al suono e messaggi autentici del reggae.

Hyra sarà composto di quattordici tracce, tutte composte da Meta Dia, che avranno una chiara impronta roots-reggae ma dove non mancheranno influenze di altri generi come jazz o ritmi africani. Non mancheranno neanche le collaborazioni e tra quelle svelate c’è Concha Buika, grande voce femminile che interpreterà due brani del disco che, come anticipato dallo stesso Meta Dia, lasceranno la pelle d’oca.

Commenta

Articoli Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi