Adesso sappiamo chi ha ucciso il figlio di Luciano: dopo un anno c’è la confessione

Svolta nel caso di Menelick Mcclymout, il diciannovenne figlio dell’artista reggae Luciano che nel febbraio del 2016 venne assassinato in una strada di St Andrew. Uno dei tre accusati dell’omicidio, Nashlyn Anderson, ha confessato dichiarandosi quindi colpevole.

Ad oltre un anno dal quel brutale fatto che ha inevitabilmente segnato Luciano, inizia ad emergere la verità: il cantane, fin da subito, disse di non darsi pace finché non fosse fatta giustizia e finché tutta la verità non fosse venuta a galla. The Messanjah, ricordiamo, lanciò anche un appello tramite un video diffuso sui social invitando chiunque avesse visto qualcuno o qualcosa, a farsi avanti.

A pochi giorni di distanza dall’assassinio, vennero fermati tre ragazzi tutti tra i 19 ed i 20 anni: per colui che si è dichiarato colpevole sarà letta la sentenza il prossimo 21 aprile mentre per gli altri due, che continuano a dichiararsi non colpevoli, inizierà il processo il 4 maggio.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi