Aggiornamenti dalla Giamaica: Tommy Lee Sparta accusa di truffa confermata; Sizzla multato

Le notizie riguardanti artisti giamaicani sono così numerose che in questo articolo abbiamo voluto aggiornarvi su due situazioni molto diverse ma accadute a due artisti che in questo periodo non se la stanno passando molto bene: Tommy Lee Sparta e Sizzla. I due hanno terminato il loro 2013 non nel migliore dei modi e il 2014 è iniziato ancora peggio.

Iniziamo da Tommy Lee Sparta che dopo un grave incidente stradale dove uscì miracolosamente con solamente una gamba rotta sul finire del 2013, si è visto entrare in casa due settimane fa la polizia con un mandato di arresto e con l’accusa di truffa. Il cantante è stato arrestato insieme ad altre sei persone, come vi avevamo già dato notizia (leggi qua). Le ultime notizie che arrivano dall’isola, dicono che è confermata l’accusa e l’arresto: Tommy Lee ha passato qualche giorno dietro le sbarre ma adesso è già libero in quanto è stata pagata la cauzione pari a 400mila dollari, in attesa del processo che dovrebbe essere già nel prossimo mese.

Per quanto riguarda Sizzla la situazione è sicuramente meno grave. Dopo le note vicende allo Sting dello scorso dicembre, a fine gennaio il bobo si era reso protagonista di un episodio spiacevole a Yallahs (leggi qua). A tal proposito il cantante si è dovuto presentare ieri, 18 febbraio, in tribunale dove è stato multato di mille dollari per l’uso indecente del suo linguaggio.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi