Bunny Wailer critica il governo: “Legalizzazione ganja? Troppo tardi”

Mentre in Giamaica si procede verso la modifica della legge che consentirà la legalizzazione della marijuana per uso personale e medico, arrivano le prime critiche a tale decisione. A parlare è Bunny Wailer, una delle leggende viventi della reggae music che dalla Svezia, dove si trovava per una data del suo tour europeo che lo porterà anche in Italia (guarda qui le date), ha voluto dire la sua su questa notizia diffusa dal ministro della giustizia Mark Golding.

Secondo il fondatore ed ex membro dei The Wailers, la depenalizzazione arriva troppo tardi e comunque sia si sta facendo troppo poco a riguardo. “Per me la ganja è sempre stata legale” spiega Bunny Wailer che poi aggiunge “Mio padre è sempre stato un distributore di ganja sin da quando sono nato: il più grande nella Kingston occidentale tra gli anni ’40-’50, fino alla sua scomparsa negli anni ’90. Son cresciuto nel mercato della ganja che ci ha permesso di andare a scuola e mantenere la famiglia“.

Quel che preoccupa maggiormente Neville O’Riley Livingston, questo il suo vero nome, è che nella proposta di legge non si fa cenno alcuno ai rasta che fumano erba come un sacramento. Ricordiamo che Bunny Wailer è da sempre in prima linea per la legalizzazione della marijuana e ad aprile è stato uno degli ideatori della marcia pro-legalizzazione che si è tenuta da Half-Way-Tree a Trench Town, in Giamaica. Qui di seguito un video apparso su youtube nelle scorse settimane in cui è impegnato a fumare.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi