Busy Signal si dichiara colpevole e rischia fino a 18 mesi di carcere

Continuano ad arrivare aggiornamenti sulla vicenda di Busy Signal, arrestato lo scorso maggio e che al momento si trova detenuto nel carcere del Minesota. Venerdì 19 luglio il cantante si è dichiarato colpevole davanti ai giudice e quindi ha confermato l’accusa di aver lasciato nel 2002 gli Stati Uniti nonostante ad attenderlo c’era un processo per spaccio di droga.

Busy Signal, che continua a far parlare di se anche musicalmente (è uscito il video di  Reggae Music Again), adesso rischia una pena dai 12 ai 18 mesi di detenzione e in più dovrà pagare una multa che potrebbe variare dai 3mila ai 30mila dollari. La difesa ha già fatto la propria mossa, presentando alla corte la documentazione che testimonia che quella pena il cantante l’avrebbe già scontata dieci anni fa quando appunto Busy Signal trascorse in carcere alcuni mesi. A questo punto si attende la replica del pubblico ministero che però non si sa ancora quando arriverà. L’unica certezza è che l’artista rischia molto in quanto è considerato latitante, proprio per aver evitato per dieci anni un processo per traffico di droga. Non ci rimane che attendere nuovi aggiornamenti di questa delicata storia.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi