King Jammy sbotta contro il governo: vuole un reggae carnival in Giamaica

Alza la voce King Jammy, storico produttore giamaicano che nei giorni scorsi ha avanzato con forza la proposta di organizzare annualmente un reggae carnival in Giamaica, per celebrare la ricca cultura musicale dell’isola.

La richiesta viene rivolta al governo giamaicano e agli sponsor, colpevoli di snobbare la musica che ha portano il nome della Giamaica in tutto il mondo: “Il Reggae ottiene sponsorizzazione all’estero, solo qui in Giamaicano viene trattano così male. In Francia oltre 50.000 persone si ritrovano in luoghi, pieni di sponsor, per la musica reggae. Dai noi invece, la terra del reggae, sosteniamo il soca. Perché non possiamo sostenere di più il reggae ? Forse dobbiamo cominciare a boicottare alcuni di questi sponsor per far sapere loro che abbiamo bisogno di sponsorizzazione…” ha detto King Jammy che non è di certo il primo a sollevare la questione.

Sono stanco di sentire le belle parole da parte del governo ma che poi, puntualmente, non fa niente. È arrivato il momento di fare qualcosa, di mettersi in gioco insieme, altrimenti la situazione locale sarà sempre stagnante mentre all’estero continuano a trarre ogni beneficio con il reggae” ha proseguito il produttore che poi ha ribadito che bisognerebbe puntare sul carnevale: “Bob Marley voleva una situazione del genere, così come Buju Banton e Sizzla hanno lavorato per ottenere questo“.

Commenta

Articoli Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi