La recensione di Health is Wealth, il nuovo album di Macka B

Lo aveva annunciato da alcuni mesi che nella seconda metà di questo 2017 avrebbe lanciato il suo nuovo album e così è stato: lo scorso settembre è infatti uscito Health is Wealth, ultima fatica musicale di Macka B.

Un disco che richiama la recente attenzione del veterano anglo-giamaicano a diffondere i benefici del seguire un’alimentazione vegana, che lo ha visto protagonista delle fortunate rubriche culinarie settimanali conosciute come “Medical Monday” e “Wha Me Eat Wednesday”, in cui il singer esponeva i principi e le proprietà benefiche di ogni frutto ed ortaggio.

Ed è proprio la prima canzone che riprende il titolo del disco, nella quale vengono esposti su un classico ritmo one drop, i motivi per cui, giocando in rime sulle due parole, la salute sia sinonimo di benessere ed è nostro compito occuparcene:” There’s not just rhyme in words, is something has got to be heard, who is responsible for your health? Look in the mirror, it’s your very own self.”

Gangster risale al 2016 ed è un brano uscito sullo Yemisi Riddim che si compone di testi profondi dove Macka incoraggia i giovani a non prendere strade pericolose: il singolo è uno delle prime anticipazioni del nuovo lavoro, che venne pubblicato lo scorso anno assieme al video ufficiale.

What Me Eat e Cucumba sono due delle rivisitazioni in chiave dancehall di alcuni dei suoi pezzi virali a capella più famosi, usciti per le rubriche che ogni lunedì e mercoledì pubblica sulla sua pagina Facebook. Speaker Pon Fire e Jah Jah Children percorrono entrambi ritmi che mescolano dancehall a sonorità più elettroniche in cui il singer mostra tutte le sue abilità di toaster.

Our Story e Mama Africa sono sicuramente i pezzi meglio riusciti, sia per sonorità che per tematiche, le quali vertono sull’amore per la Motherland e dei suoi eroi che l’hanno fatta grande. Un ritorno alle origini è presente anche in Legendary Reggae Icons e 70’s Legendary Reggae Icons nel quale vengono nominati tutti i nomi più importanti di coloro che hanno contribuito alla diffusione della Reggae Music, su due ritmi differenti caratterizzati da una certa vivacità contagiosa.

Molto belle anche Nah Go Back There e Natural Herb, ganja tune sul remake dello Sleng Teng Riddim; ultimo ma non per importanza è poi My King, brano a capella dedicato all’Imperatore d’Etiopia Haile Selassie I.

Health is Wealth, che arriva a due anni da Never Played a 45, viene pubblicato nei consueti formati digitale, cd e vinile. Di seguito cover e tracklist.

Tracklist Health Is Wealth

01. Health Is Wealth
02. Gangster
03. Wha Me Eat (Remix)
04. Natural Herb
05. Legendary Reggae Icons
06. 70’s Legendary Reggae Icons
07. Cucumba
08. Speaker Pon Fire
09. Jah Jah Children feat. Maxi Priest
10. Our Story
11. Lyrical Chef
12. Excess Baggage
13. Nah Go Back There
14. See Them From Far
15. Mama Africa
16. My King

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi