La recensione di The Itinuation, il nuovo disco di Pablo Moses

Greetings everyone. Look out for my new album coming spring 2017”: lo aveva annunciato così lo scorso marzo dalla sua pagina ufficiale di Facebook Pablo Moses, artista giamaicano classe 1948 da oltre quarant’anni nel business della musica reggae e conosciuto per pietre miliari come I Man A Grass Hopper, Give I Fi I Name e We Should Be In Angola.

Una promessa che è riuscito a mantenere e che, per la gioia di tutti i suoi fan, si è concretizzata in The Itinuation, questo il nome del nuovo album, pubblicato a distanza di ben sette anni da The Rebirth e che vede la partecipazione alla fase di missaggio, di Harrison ‘Professor’ Stafford, frontman dei Groundation e amico di vecchia data di Moses con cui aveva già lavorato nel 2014 nello split album di Natty Will Fly Again.

Ad aprire la tracklist composta da undici pezzi c’è You And Me, brano allegro dalle profonde tematiche che riflettono sull’importanza di un’unità per combattere le barriere del razzismo e dell’odio:” Who will be the losers, when we fight over colours, who will be the sufferers when we fight over borders? You and Me!” sono le parole che riecheggiano in questo primo brano, condito da un’ottima sezione di fiati.

Per Attitude i ritmi rallentano e subentra il basso, protagonista indiscusso assieme al sax, che caratterizza con virtuosi assoli la parte finale del brano. “Hey Brother Man, why you nah listen to the Rastaman, tell me Politician, why you nah listen to the Rastaman?” sono le parole di Professor Stafford in The Itinuation, title track e primo estratto pubblicato ad anticipare il disco: complice la voce melodica dell’artista californiano, il pezzo rimane sicuramente uno dei brani più belli dell’album.

Altro singolo pubblicato recentemente è Living In Babylon, pezzo che rappresenta al meglio lo spirito guerriero di Moses, in un brano dove l’artista propone testi taglienti contro Babylon. Emozionante e più delicata è invece Thank You Jah, brano nyahbinghi seguito da un coro di voci femminili che accompagnano la preghiera di ringraziamento di Moses rivolta “My Mighty Jah Jah” per tutto ciò che Egli ha fatto.

Se con Mercy, brano dalle forti vibrations in cui Moses si rivolge alle persone per chiedere se “are you ready to struggle? get up stand up and fight”, in Murder Pablo difende la posizione pacifica di come “Rasta don’t want to be judge for Murder” in un brano caratterizzato dalla forte presenza di chitarra elettrica. Lioness e I Love You rivelano il lato più romantico del singer giamaicano mentre Open Your Minds chiude la scaletta ed è un invito ad aprire le proprie menti di fronte ciò che è diverso da noi e alle possibilità che ci circondano.

Un album che farà sicuramente rallegrare tutti gli amanti della musica di Pablo Moses, The Itinuation soddisfa pienamente le aspettative e si propone senza dubbio come il ritorno in scena da parte di uno dei principali personaggi della roots reggae music vecchia scuola.

Tracklist The Itinuation

01. You an Me
02. Attitude
03. The Itinuation feat. Harrison Stafford
04. Living in Babylon
05. Thanks Jah Jah
06. Mercy
07. Murder
08. Lioness
09. I Love You
10. In This Jungle
11. Open Your Minds

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi