Ras Tewelde live a Firenze: il nostro report fotografico e video

La Limonia di Villa Strozzi di Firenze torna a tingersi di rosso, giallo e verde ancora grazie al MaggioReggae che dopo aver ospitato da L’Aquila i Dabadub, regala alla massive fiorentina e toscana un’altra grande serata di musica con Ras Tewelde e Bizzarri Sound. La giornata prende il via già nella tarda ora del pomeriggio con un’interessante iniziativa per quella che è stato il primo appuntamento (speriamo di una lunga serie) del MaggioReggae University.

Lo stesso Ras Tewelde è salito in cattedra e ha presentato Youts of Shasha, un progetto a sostegno dei giovani di Shashamane, terra etiope che Hailé Selassie donò a tutti i rastaman che volevano far ritorno nel continente africano. Oltre alla presentazione il pubblico presente ha potuto visionare il film Youth of Sasha che documenta la situazione di questi giovani: presto su queste pagine anche la recensione del docufilm. Terminata la presentazione, si inizia con la musica e con le prime danze: dallo splendido giardino esterno ci si sposta nell’area interna dove le selezioni di One-Ito Selectador svariano tra classici internazionali a brani di casa nostra come i recenti singoli di Francisca, Sista Namely o Mellow Mood, passando per big chune targate Africa Unite.

Il clima, sia all’interno che all’esterno, è di quelli che vorremmo sempre trovare e non solo ai concerti reggae: vibra unica, tanti amici, vecchie conoscenze che rendono l’atmosfera di quelle che si trovano nelle grandi famiglie. Lo show procede e come sempre a fare gli onori di casa ci sono Supa Gee e Spliff Jo della Geealadenjo Crew che riscaldano il palco e la massive con le loro chune, prima di lasciare il palco a Bizzarri Sound nella persona di Leo Bizzarri che ci “spara” subito pezzi di Protoje, Lion D, Alborosie intervallati da alcuni dubplates. Arriva finalmente il turno di Ras Tewelde che si esibisce in showcase: il primo pezzo proposto è il più aspettato One Way Ticket, title track di uno dei suoi album. Si prosegue con pezzi quali Everywhere I go e l’immancabile Oh Squadie, brano che vede la collaborazione del leggendario Sugar Minott: l’artista giamaicano morì poco dopo questo lavoro che rimare così il suo ultimo. C’è tempo anche per ascoltare una dedica a tutti i vegetariani e vegani presenti con Ital is vital, passando poi per altri pezzi come Mama Africa e di ascoltare Live in Shasha, uno dei brani registrati da Ras Tewelde con uno dei ragazzi di Youths of Shasha ovvero Sahara Benji. Lo show termina con High Praises, brano che fa parte del disco One Way Ticket e che vede la collaborazione di Stitchie.

Qui di seguito le foto della serata e alcuni video.





Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi