Snoop Lion torna Snoop Dogg: è già finita l’era del finto profeta?

Snoop Dogg non si chiamerà più Snoop Lion e forse è meglio così. Alla fine è stato un bene anche non comprare per principio il suo album e non comprare per principio il suo documentario Reincarnated. Tutti ora diranno che era chiaro che era tutto una scusa commerciale, ma però in molti in questi mesi avevano creduto a questa genialata. Si proprio genialata perché di questo si tratta: prima si fa un viaggetto in Giamaica, si fa vedere con Bunny Wailer, spacca l’ambiente rastafari tra favorevoli e contrari al suo inserimento e fa quasi passare in cattiva luce lo stesso ex membro degli Wailers. Si prende dalla sua gran parte della famiglia Marley e in più circostanze va a dire in giro di essere il nuovo Bob Marley.

Eh si, è sicuramente il nuovo profeta: il suo messaggio però è durato giusto un anno, forse il tempo di vedere e capire che questa genialata non ha portato poi tanti soldi nelle sue già ricche tasche. Allora meglio perdere la faccia e far marcia indietro e ri-prendersi il suo vecchio mondo fatto di catene d’oro al collo, di milioni di dollari da spendere e i suoi vecchi fans che sicuramente saranno più contenti di vederlo fare la musica che meglio gli riesce. Rimane di tutto questo qualche buona canzone reggae, qualcuna peggiore e un live nel Salento che sicuramente non passerà alla storia come invece l’unico re, l’unico profeta, l’unico Bob Marley ha fatto con i concerti di Milano e Torino.

Per la cronaca Snoop Dogg è uscito con Dam-Funk, produttore di hip hop ed elettronica, con un nuovo singolo dal titolo “Faden Away”, primo estratto del prossimo suo album.

Advertisements

Commenta