Vybz Kartel innocente: finalmente la sentenza della Corte Suprema

“Not guilty”. Non colpevole. Dopo due anni di carcerazione preventiva Vybz Kartel riacquista la libertà.
La prima reazione del ‘world boss’ all’assoluzione è scritta nero su bianco: “Ho sempre avuto la massima fiducia perché sapevo che mi stavano trattando come un capro espiatorio, a causa della mia immagine e del contenuto di alcune mie canzoni. Più di ogni altra cosa voglio ringraziare i miei avvocati Tom e Christian Tavares Finson, la mia famiglia, Shorty la madre di mio figlio, e tutti i miei fans per il loro continuo supporto in questi momenti difficili”.

kartel's letter

Nell’ottobre 2011 il ‘world boss’ era stato arrestato insieme ad altri due uomini. Tutti e tre erano accusati dell’omicidio dell’uomo d’affari Barrington ‘Bossy’ Burton e tutti e tre sono stati dichiarati innocenti.
La sentenza è arrivata ieri pomeriggio, mentre in Italia era quasi mezzanotte. Un processo che ormai assomigliava più a una telenovela, con documenti che sparivano, giudici impegnati in altri processi e vizi di forma. Ma ieri Bryan Skyes, giudice della Corte Suprema, dopo aver accertato che l’accusa non aveva altre prove contro l’imputato ha istruito i dodici membri della giuria popolare attendendo il loro ritorno con un verdetto unanime.
Ma le beghe giudiziari di Vybz Kartel non sono ancora terminate. A novembre, infatti, dovrà tornare al banco degli imputati per rispondere dell’accusa di un altro omicidio, quello di Clive ‘Lizard’ Williams

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi