Barrington Levy si scaglia contro la dancehall moderna: basta pornografia

Qualcuno finalmente ha preso la parola e ha detto quello che in molti pensavano da tempo. La musica deve essere musica e basta, il resto deve rimanere fuori. E’ questo quello che ha voluto dire Barrington Levy che si è scagliato contro la dancehall moderna e quegli artisti che ultimamente hanno realizzato musica e videoclip al limite della decenza.

L’artista giamaicano, in attività dalla fine degli anni settanta, ha parlato della situazione attuale della musica giamaicana e di quello che sta accadendo sull’isola dove artisti quali Demarco, Alkaline, Ricky Carty e Konshens hanno rilasciato video con contenuti davvero espliciti che hanno portato Levy a gridare “basta pornografia nella musica” aggiungendo anche: “Questa gente non ha più morale. Dove sono disposti ad arrivare per un po’ di soldi? Quando sono entrato nel mondo musicale l’ho fatto non per vendere dischi e per soldi ma per l’amore che ho sempre avuto per la musica“.

Gli esempi più recenti sono arrivati dagli artisti sopra citati: Demarco ha pubblicato a febbraio un videoclip del brano “Ride” in cui viene mostrato l’artista in atteggiamenti molto intimi con una ragazza. Episodi che non avvengono solo in videoclip o nei testi delle canzoni ma anche durante dei concerti. Proprio Alkaline si è reso protagonista lo scorso 31 gennaio, a Constant Spring Rd in Giamaica, di un live in cui diverse ragazze si “concedevano” all’artista e in cui una fans è riuscita a salire sul palco fingendo un rapporto orale con il giovane cantante.

E da Barrington Levy stesso arrivano messaggi di apertura verso Alkaline: “E ‘un artista di grande talento  e credo che i veterani del mondo della musica  dovrebbero prenderlo e dargli aiuto piuttosto che dare solo critiche. Forse ha solo bisogno di buoni consigli“.

 

Commenta

Articoli Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi