Caos Sting 2014: spari, risse e un pubblico in fuga negano il clash (video)

Era l’evento più atteso dell’anno ma qualcosa non è andato come da programma, al punto di far saltare i vari clash annunciati. Lo Sting 2014 non passerà alla storia per le liriche forti proposte sul palco ma per spari, risse, bottigliate e un clima di tensione che per alcuni momenti ha creato il panico tra il pubblico, costretto ad un fuggi fuggi generale con la polizia chiamata a salire sul palco e staccare l’elettricità per stoppare lo show.

Il mega concerto andato in scena a St Catherine, a Portmore, è così terminato bruscamente alle ore 8 del mattino del 27 dicembre, dopo una nottata di grande musica che aveva portato sul palco grandi artisti della scena come Capleton (guarda l’esibizione) ma anche Tarrus Riley, Kabaka Pyramid, Elephant Man e tanti altri. C’è da dire che questa edizione non era iniziata nel migliore dei modi, con una vigilia che aveva visto il clamoroso dietrofront di Ninjaman dopo le minacce di morte ricevute.

Ma cosa è successo esattamente? A ricostruire quanto accaduto ci hanno provato sia il The Gleaner che il Jamaica Observer, offrendo un dettagliato resoconto dell’avvenuto. Il tutto è iniziato nell’area backstage durante l’esibizione sul palco di Major Mackerel. Secondo alcuni testimoni i primi alterchi sarebbero iniziati tra alcune persone dell’entourage di De Marco e quelli di Masika che si sarebbero lanciati bottigliate a vicenda, prima di entrare a stretto contatto. Si sono udite anche alcune esplosioni, simili a spari di arma da fuoco: non è ancora chiaro se sono stati effettuati dalla polizia per cercare di placare gli animi.

La situazione è tornata alla normalità salvo poi, pochi istanti prima dell’ingresso sul palco di Black Ryno, degenerare nuovamente con un nuovo alterco scoppiato questa volta nella “General Area” con alche il pubblico che si è trovato coinvolto. Alcune persone sono rimaste ferite nel cercare di mettersi al sicuro. Una situazione andata troppo oltre le righe così alcuni artisti come Tommy Lee Sparta e Gage hanno deciso di cancellare il loro attesissimo clash e insieme, fianco a fianco sul palco, hanno invocato la pace proponendo liriche tranquille dimostrando al pubblico e agli altri artisti che si può coesistere senza animosità di alcun tipo. Sul palco si è creato una grande confusione con gli artisti che hanno cercato di richiamare il pubblico fuggito. Sempre Tommy Lee e Gage, abbracciati l’uno all’altro, hanno cercato di riportare la serenità ma ormai senza successo e, come si vede dal video sotto, il sottopalco era ormai quasi vuoto.

Lo spettacolo ha cercato di andare avanti e si è proseguito con il ritorno sul palco di Black Ryno e del “rivale” Kiprich per la rivincita del clash andato in scena lo scorso anno: i due hanno iniziato a scambiarsi insulti, arrivando anche al contatto fisico e costringendo la polizia a staccare l’elettricità e interrompere bruscamente lo show, mettendone fine prima del previsto. Stando al racconto dei presenti il confronto tra i due sarebbe proseguito nel backstage con diversi feriti e anche alcuni arresti.

http://www.youtube.com/watch?v=6oo9Zm6uOWE&feature=youtu.be

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi