chronixx-message

Chronixx nel caos dopo il suo attacco ad Obama ma Tony Rebel lo difende

La recente visita del presidente Obama in Giamaica non è stata tutta rose e fiori. Il suo soggiorno sull’isola, seppur di un solo giorno, ha lasciato anche alcune polemiche ed in particolare per le tematiche che riguardano Marcus Garvey, noto sindacalista (e non solo) giamaicano che lottò negli Stati Uniti per migliorare la condizione lavorativa dei neri.

Negli Stati Uniti però la figura di Marcus Garvey non è considerata come in Giamaica, dove invece è un eroe nazionale, a causa di un arresto che subì nel 1925 con l’accusa di frode postale che gli costò alcuni anni di carcere e la deportazione, due anni dopo, in Giamaica. Un episodio che segnò di fatto la fine della UNIA, la Universal Negro Improvment Association (Associazione per il Miglioramento Universale dei Neri).

Mentre Barack Obama metteva piede in Giamaica, sul profilo Instagram del cantante Chronixx è apparso un messaggio in cui diceva letteralmente che Obama era un “waste man” (uomo spazzatura) e criticava il fatto che i giamaicani glorificavano un uomo ed un paese che non ha fatto nulla per “pulire” la figura di Garvey negli Stati Uniti. Il messaggio di Chronixx è saltato subito all’occhio dei suoi fan che si sono divisi in favorevoli e contrari a tale affermazione: in poche ore il messaggio del giovane artista ha fatto molto rumore in Giamaica al punto che lo stesso Chronixx ha dovuto cancellare quanto scritto, pubblicando successivamente un nuovo messaggio meno diretto in cui si riferiva solamente a Marcus Garvey. Troppo tardi per non avere conseguenze: il paese, politici compresi, lo hanno subito bacchettato. In particolare il ministro Lisa Hanna ha detto che Chronixx dovrebbe pensare prima di scrivere certe cose.

Anche il mondo musicale ha commentato quanto accaduto: Freddie McGregor si è detto stupito di queste dichiarazioni ma anche difeso il giovane cantante dicendo che crede a Chronixx. Infatti l’autore di canzoni come Smile Jamaica, ha riferito di essere stato mal interpretato. Tony Rebel si è schierato in parte al fianco di Chronixx sostenendo che se è la sua opinione ha fatto bene a dirla, sottolineando però il fatto che essendo un personaggio pubblico deve prendersi la responsabilità delle sue azioni: “Chronixx poteva essere più diplomatico ma ha tutto il diritto di esprimere le sue opinioni“. Poi un appunto anche sulle conseguenze che il cantante potrebbe avere: “Il pubblico può massacrarti, quindi bisogna fare sempre attenzione” ha concluso Tony Rebel. Ed è questo il caso, visto che Chronixx è apprezzato anche negli Stati Uniti dove qualche mese fa si è esibito in diretta televisiva durante il The Tonight Show sulla NBC.

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi