one-love-peace-concert

Accadeva oggi 22 aprile: in Giamaica si tiene il One Love Peace Concert

Ci troviamo a metà anni settanta e la Giamaica sta vivendo una guerra civile politica fomentata dai due principali partiti politici: il JLP (Jamaican Labour Party) ed il PNP (People’s National Party). Un momento difficile che porterà all’organizzazione del One Love Peace Concert, un modo per stemperare i toni sull’isola.

L’idea di organizzare questo evento, pare venne in mente a due gangster politicamente avversari che si ritrovarono in carcere, rinchiusi nella stessa cella: Claudius “Claudie” Massop (JLP) e Aston “Bucky” Marshall (PNP). Con l’obiettivo di riportare la pace attraverso la musica, si uniscono e decidono che l’unico che può riuscirci è Bob Marley. Appena uscito di galera, Massop si reca a Londra dove si trovava Marley, rifugiatosi in Inghilterra dopo l’attentato subito nel dicembre del 1976. Il re del reggae viene convito ed il 22 aprile 1978 si esibirà a Kingston, al One Love Peace Concert. Evento che segna anche il suo primo ritorno in Giamaica dopo l’attentato.

Allo stadio nazionale di Kingston arrivano oltre trentamila persone e sul palco si esibiranno sedici tra i più importanti artisti della scena come Peter Tosh, Dennis Brown, Culture, Big Youth, Beres Hammond, Leroy Smart, Trinity e The Mighty Diamonds. Oltre a questi c’erano anche gli Inner Circle con Jacob Miller che si rese protagonista di un episodio che rimarrà nella storia: proprio mentre arrivavano allo stadio i leader politici dei due partiti, Michael Manley (PNP) ed Edward Seaga (JLP), il cantante si accese sul palco una canna e la passò ad un poliziotto lì vicino in cambio del suo casco, terminando la sua esibizione mettendoselo in testa.

Ma il principale episodio, che ancora oggi tutti ricordiamo, riguarda quanto accaduto sul palco durante lo show di Bob Marley: terminata l’esibizione di Jammin’, convice Manley e Seaga a stringersi la mano con il pubblico presente che lascia partire un boato di approvazione. Un episodio che simboleggia il ritorno alla pace sull’isola che purtroppo non durò molto. Il concerto infatti non ebbe il risultato sperato e la Giamaica continuò ad essere oppressa dalla guerra politica. I due leader politici non si incontrarono mai più pubblicamente fino ai funerali di Marley. I due gangster che idearono l’evento, vennero assassinati nei mesi successivi al One Love Peace Concert.

Leggi anche: accadeva il 21 aprile 

 

 

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi