Recensione Don’t Play With Fyah, il nuovo album dei Talisman

Uscito il nuovo album dei Talisman, storico gruppo inglese che, come ci avevano anticipato nell’intervista uscita lo scorso gennaio, sarebbe stato pubblicato a metà marzo. E dunque diamo il benvenuto a Don’t Play With Fyah, prodotto dalla Sugar Shack Records di Bristol in formato cd, vinile e digitale.

Quattordici pezzi presenti nella tracklist, l’album si divide in sette brani cantati e sette relative versioni dub: ad aprire troviamo Relijian, primo singolo uscito a gennaio e accompagnato da video ufficiale. Il suono tipicamente settantiano come macchina del tempo ci riporta agli anni d’oro della scena reggae inglese e le liriche “so much religion, still we hate on another” che riecheggiano misticamente come un avvertimento, rendendo il brano una perfetta ‘balance’ tra passato e presente.

Sempre attualissime anche Racism Never Sleep e Talkin’ Revolution che raccontano in chiave poetica come nonostante tutto il razzismo sia ancora una piaga mondiale e la necessità di cambiare le cose, con uno sguardo particolare rivolto a Mama Africa, attraverso una rivoluzione: il primo brano si contraddistingue per i ritmi lenti con una forte presenza di tastiere mentre il secondo per le trombe che la fanno da padrona.
Testi meno impegnati e ritmi più allegri in She Look Like Reggae, lovers tune e terza traccia in lista e Wheel and Come Again, ultimo brano cantato caratterizzato dalla presenza del sintetizzatore a dargli una leggera influenza pop.

Don’t Play With Fyah, che esce a distanza di ben cinque anni dall’ultimo album I-Surrection, è sicuramente uno dei migliori dischi roots di questi primi mesi del 2017, grazie sicuramente al team della Sugar Shack e alla presenza di Dennis Bovell come sound engineer dietro alla produzione di questo piccolo capolavoro a dimostrare come la band, attiva ormai da quasi quarant’anni, sia ancora in grande forma.


Tracklist Don’t Play With Fyah

01. Relijan
02. Talkin’ Revolution
03. She Look Like Reggae
04. Don’t Play with Fyah
05. Hear No Evil
06. Racism Never Sleep
07. Wheel and Come Again
08. Relijan Dub
09. Revolutionary Dub
10. She Look Like Dub
11. Don’t Play with Dub
12. Hear No Dub
13. Racism Never Dub
14. Wheel and Dub Again

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi