Un cancro ha ucciso John Holt. La salma sarà presto in Giamaica

Lunedì la notizia della morte di John Holt ha lasciato senza parole l’intero mondo reggae. Un grande artista che ha scritto parte della storia di questo genere musicale e che per questo motivo era considerato come uno dei veterani. La dimostrazione di ciò la si è vista anche in questi giorni quando artisti e addetti ai lavori si sono fermati per rendere omaggio al giamaicano.

John Kenneth Holt, questo il nome completo, se ne è andato a 67 anni (rimarrà per sempre un mistero sull’età: alcune fonti dicono fosse nato nel 1945) per colpa di un cancro al colon. A dare l’annuncio della morte era stato Copeland Forbes che non aveva però spiegato quali fossero state le cause che avevano portato al decesso. A raccontarlo è stato Tex Gallimor, nipote di Holt, che ha svelato che l’artista era malato di cancro. La malattia gli era stata diagnosticata a giugno e i medici fin da subito avevano detto che non c’era più niente da fare.

Lo stesso Gallimor, in un’intervista rilasciata al Jamaica Observer, racconta gli ultimi giorni di vita di Holt: “Stava facendo delle cure a casa e sembrava rispondere bene al trattamento. Fino a quando, un giorno della scorsa settimana, gli è venuta la febbre alta. È stato portato all’ospedale dove i medici hanno riscontrato un’infezione. Dopo un primo miglioramento, venerdì ha iniziato nuovamente a peggiorare“. I funerali e la sepoltura avverranno in Giamaica: “Stiamo procedendo per il rientro della salma” ha concluso Gallimor.

Commenta

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi