Il reggae piange la scomparsa di Frankie Paul

Nella serata di giovedì 18 maggio è venuto a mancare Frankie Paul, celebre cantante giamaicano che si è contraddistinto per la sua splendida voce, considerata una delle migliori dell’intera scena reggae. Considerato lo Stevie Wonder in levare, poiché nato cieco, verrà ricordato per essere il padre di brani come Sara, Worries in the Dance e Pass The Tu-Sheng Peng.

Già nei giorni scorsi avevamo dato la notizia delle sue critiche condizioni, con la sorella del cantante che aveva fatto un appello dichiarando che la famiglia non aveva più soldi per assicurare le costose cure. Frankie Paul infatti era ricoverato presso l’University Hospital of the West Indies di Kingston a causa di un’infezione del sangue e seri problemi renali che lo hanno costretto, negli ultimi tempi, a sottoporsi ad una doppia seduta settimanale di dialisi.

Frankie Paul, nome d’arte di Paul Blake, ci lascia a soli 52 anni e con alle spalle una vita travagliata piena di ostacoli e di discriminazioni. Poco più di un anno fa si sottopose ad un intervento chirurgico per l’amputazione di un piede in seguito ad una grave infenzione: da quel momento le sue condizioni non sono più migliorate e lentamente si è andato a spegnere, poco dopo le 22 di giovedì sera.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi