La parlamentare giamaicana Lisa Hanna contro Vybz Kartel: non passate la sua musica

Sono ore calde quelle che si stanno vivendo in Giamaica dove sotto la lente di ingrandimento è finita ancora una volta sulla musica dancehall. Già nelle passate settimane il dibattito si era aperto dopo che, dall’Inghilterra, si era diffusa la notizia che il genere è spesso bannato a causa dei contenuti considerati offensivi e troppo espliciti. Non erano mancate le reazioni del mondo giamaicano, con Phillip Frazer che ha detto chiaramente cosa ne pensa della dancehall.

A rincarare la dose e sopratutto a risollevare ancora una volta la questione è Lisa Hanna, parlamentare del PNP e ministro della cultura giamaicana che, durante un’intervista radiofonica, ha detto la sua su Vybz Kartel: “La sua musica non dovrebbe essere trasmessa in radio e non gli si dovrebbe dare l’opportunità di registrare in carcere” ha detto la Hanna aggiungendo anche “Si dovrebbe fare come con Bubju Banton che da quando è in America non si sente più“. Va detto che la parlamentare non si è espressa contro la dancehall ma ha puntato il dito contro quegli artisti con la fedina penale sporca a cui dovrebbe essere vietato di continuare a fare musicare.

La reazione dei fan di Kartel non è stata positiva ed è iniziata una vera e propria rivolta social che, purtroppo, ha portato anche a gravi minacce nei confronti di Lisa Hanna: alla parlamentare sono arrivati messaggi in cui le è stato anche scritto che avrebbe meritato di essere violentata come punizione delle sue parole contro Kartel. La polizia ha subito aperto le indagini per risalire agli autori dei vari messaggi mentre la Hanna si è limitata a dire: “Prego che tutti i giamaicani di difendere la vera cultura della Giamaica. Se perdiamo questa battaglia avremo perso la Giamaica”.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi