Capleton accusato di stupro: rilasciato il cantante, arrestata la parrucchiera

Nella giornata di venerdì 11 maggio Capleton, uno dei più celebri artisti della scena reggae internazionale, è stato arrestato dalla polizia di Kingston con l’accusa di stupro. Stando a quanto riportato inizialmente nel rapporto in mano alla polizia, la violenza risalirebbe allo scorso 28 aprile quando Capleton richiese una parrucchiera a domicilio mentre si trovava in un hotel nella zona di New Kingston.

Nel rapporto, deposto dalla donna il 2 maggio, si legge inoltre che il cantante avrebbe usato la forza per arrivare a un rapporto sessuale. La notizia dell’arresto di Clifton Bailey, questo il vero nome del cantante giamaicano, è stata confermata dal suo avvocato Christopher Townsend che ha fatto sapere, però, che si tratterebbe di un’accusa con lo scopo di estorsione da parte della donna: “Abbiamo fatto un rapporto alla polizia sul tentativo di estorsione già il 2 maggio. Abbiamo diverse note vocali e diversi messaggi di WhatsApp a supporto delle nostre accuse di estorsione. Al momento, però, a nessuno sembra interessare tutto questo, anche se abbiamo prove concrete che contraddicono ciò che è stato denunciato” ha detto Townsend al Jamaica Observer.

Dopo essersi presentato nel tribunale parrocchiale di St. Andrew, Capleton ha chiesto e ottenuto la libertà su cauzione e da lunedì 14 maggio è tornato in libertà. Fire man, questo uno dei soprannomi del cantante, ha voluto subito far chiarezza su quanto accaduto e, tramite i social network, ha scritto un lungo messaggio: “Respingo con veemenza le accuse di stupro che mi sono state mosse. Sono vittima di un tentativo di estorsione e insieme ai miei avvocati ho presentato tutte le prove per sostenere la mia accusa. Da oltre trenta anni giro per il mondo per promuovere la mia musica, aiutare le persone e fungere da modello positivo. Inoltre, sono un padre e non farei mai niente per ferire qualcuno o che possa mettere a rischio la mia carriera” è quanto si legge su Facebook.

Intanto, l’avvocato di Capleton ha annunciato alla stampa che la polizia ha finalmente preso in considerazione l’ipotesi di tentata estorsione e presto la donna che sostiene di essere stata violentata, sarà presa in custodia dalle forze dell’ordine. A chi gli chiede cosa ne sarà dei prossimi concerti del cantante (atteso anche in Italia a luglio), la risposta è chiara: “I concerti non sono a rischio e la richiesta di sequestro dei documenti di viaggio è stata respinta dal giudice“.

Advertisements

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Non accetto - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi