Chitarra acustica e Grammy di Peter Tosh venduti ad un banco pegni

Notizia che sta suscitando forte critiche quella pubblicata qualche ora fa dal sito americano TMZ, secondo cui uno dei membri della famiglia di Peter Tosh avrebbe venduto alcune memorabilia, appartenute all’artista, ad un banco dei pegni.

Gli oggetti in questione sono nientemeno che la Martin D-28, acquistata per circa quattromila dollari e il Grammy vinto nel 1987 con l’album No Nuclear War a circa seimila dollari: i motivi della vendita, si legge sul sito, sembrano siano legati ad una conflitto tra la famiglia di Peter e la Tosh’s Estate.

Un’ottima occasione per il LBC Pawn, nome del negozio che ha acquistato i due cimeli, di poter rivendere, al triplo del prezzo acquistato (si parla di 20mila dollari per il grammy e 15mila per la chitarra), due pezzi di storia che faranno senza dubbio gola ai collezionisti più sfrenati.

Guarda anche

Chi sono i Boomdabash?

Nella due giorni di Sanremo Giovani, una sorta di talent show dal quale sono usciti …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Non accetto - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi