La generazione dei Morgan Heritage continua con Jemere Morgan

Con un nonno che si chiama Derrick Morgan e un padre che si chiama Gramps Morgan, era impossibile per il giovane Jemere non entrare nel mondo della musica. Per anni in tour con i Morgan Heritage, adesso è pronto ad una carriera da solista che prenderà il via con un EP dal titolo “I Am Jemere” che uscirà entro maggio.

Jemere Morgan si candida come una delle nuove giovani voci della Giamaica e con i suoi primi singoli “Neighbourhood Girl”, “First Kiss” e “Run Dem Out”, solo per citarne alcuni, ha già dimostrato il suo talento. Un diciottenne che ha alle spalle già tre anni nella musica ma fin dai primi giorni di vita ha dovuto far i conti con il mondo musicale, visto la famiglia da cui viene. Il nonno Derrick Morgan è un artista giamaicano che ebbe molto successo negli anni sessanta e settanta, lavorando anche con gente del calibro di Desmond Dekker, Bob Marley e Jimmy Cliff. Il padre Gramps Morgan, figlio di Derrick, è invece uno dei componenti dei Morgan Heritage; ha inoltre pubblicato due album da solista e il suo nome è ormai noto in tutta la scena reggae mondiale.

Una generazione di musicisti che sembra non volersi fermare, con il destino che adesso offre una bella opportunità di successo anche a Jemere Morgan: “Da piccolo volevo fare l’avvocato, poi il giocatore di basket, il calciatore e infine il rapper” dice il giovane che poi parla di come si è avvicinato alla musica “Il nonno mi sentì cantare e mi disse che quella era la mia strada. Ora lui è la mia più grande fonte di ispirazione“. Avere una famiglia così importante alle spalle, può portare ad un giovane come lui una forte pressione ma non in questo caso: “Non sento pressioni, anzi. Questo fatto mi ricorda che devo lavorare ancora più duramente. Voglio creare una nuova strada per la nuova generazione che sta arrivando. Adesso sto lavorando al mio primo EP: il primo singolo è stato ben accolto. Voglio continuare su questa strada e cercare di diventare una motivazione per i tanti giovani del mondo“.

Commenta

Articoli Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi