Home / Eventi / Report / Alborosie e Mellow Mood al Rugby Sound Festival di Parabiago: il nostro report fotografico

Alborosie e Mellow Mood al Rugby Sound Festival di Parabiago: il nostro report fotografico

Il 27 giugno, al Rugby Sound Festival di Parabiago, il pubblico ha potuto partecipare ad una grandissima serata in compagnia dei Mellow Mood e del celeberrimo Alborosie, che inizia proprio a Palabiago il suo tour europeo per la presentazione del nuovo album “Sound The System”.

Solamente l’ accostamento di questi due nomi sembrava creare un certo languorino musicale alla folla in attesa, ma la consapevolezza della grandezza dell’evento si manifesta chiara una volta che i Mellow iniziano la serata con i loro inconfondibile roots: una dopo l’altra le note si susseguono delineando le melodie delle loro più celebri canzoni che li hanno portati a calcare i palchi europei più importanti. E’ un tripudio di cambi di ritmo: scoppiettanti grooves accompagnati da cristallini roots. Certamente uno dei momenti più alti è stato con “She’s so nice” , accompagnato a gran voce dal pubblico. Il tempo passa e, seppur a malincuore per l’ uscita di scena dei Mellow Mood, il pubblico è visibilmente emozionato attendendo l’ entrata di Alborosie: attesa che certo non manca.

Dopo aver litigato un po’ con il mixer durante il sound check, siamo pronti ad incominciare! Pupa Albo in due secondi fa dimenticare al pubblico l’ attesa: anche solo un semplice gesto con le mani riesce a far esternare alla folla tutta la voglia del cantante che da anni è nell’Olimpo del reggae. Si susseguono pezzi del calibro di “Camilla”, “Kinston Town”, “I wanna go home”, “Internazionational Drama”. Non ce n’ è una che il pubblico non inneggi a squarcia gola, per nulla intimorito dai continui cambi di ritmo e dagli incroci di canzoni che Albo ama fare: è un coro continuo. E finalmente arriva anche la presentazione dei brani del nuovo cd. Il pubblico, nonostante ovviamente non conoscesse ancora le canzoni (considerando che il cd fisico uscirà in Italia nei primi giorni di luglio), si è dimostrato disponibile nonché voglioso di respirare il reggae nuovo e fresco contenuto in “Sound The System” che nello stesso tempo ha dei gusti vintage. Questa fantastica data si è chiusa con la famigerata “Herbalist” che è riuscita a catalizzare le ultime energie rimaste del pubblico, stremato dall’energia utilizzata durante i cori. Da apprezzare anche la coreografia fatta da palloni giganti con colori giamaicani che una volta lanciati sulla folla hanno dimostrato tutto il loro appeal.

Report e foto a cura di Fabio Fusco

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Guarda anche

Ziggy Marley al Rugby Sound di Legnano: scaletta, foto e report

Anche questa estate è andato in scena il Rugby Sound Festival, ritrovo annuale in quel …

Inserisci un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Non accetto - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi