Home / Notizie / Smiley Culture suicida a colazione tra barzellette, tè e biscotti

Smiley Culture suicida a colazione tra barzellette, tè e biscotti

Non sono ancora le 7 del mattino quando la polizia di Warlingham si presenta a casa di David Victor Emmanuel, più conosciuto con il nome d’arte di Smiley Culture. Negli anni ’80 riscosse un certo successo con “Police Officer“, tanto da permettergli di esibirsi sul palco della storica trasmissione “Top of the pop”.
I poliziotti devono perquisire la sua abitazione. Cercano dei farmaci ottenuti illegalmente.
Il proprietario di casa li accoglie senza ostacolare il loro lavoro. Tre agenti fanno un giro della proprietà mentre il quarto si accomoda in cucina con l’ex cantante per redigere il verbale.
Mentre Smiley Culture inzuppa i biscotti nel tè, l’agente registra gli oggetti ritenuti interessanti dai colleghi. Tra questi, della cannabis e una ricevuta di Harrods di una costosa cuccia per cani: “Nemmeno il letto su cui dormo a casa costa così tanto”, scherza l’agente mentre si rimette a scrivere.
Smiley Culture abbandona la colazione, si alza e si allontana dal tavolo. Il suo umore cambia repentinamente: inizia a urlare, brandendo nella mano destra un coltello sbucato fuori dal nulla. “Coltello”, grida l’agente seduto al collega che sta in piedi accanto al cantante che rivolge l’arma verso se stesso e si pugnala, perforandosi il polmone sinistro e il cuore prima di cadere a terra. Gli agenti lo ammanettano e iniziano un primo soccorso.
Morirà quello stesso giorno, a 48 anni.

Questo è il racconto che “Testimone 2“, l’agente seduto in cucina con Smiley Culture quel 15 marzo 2011, ha rilasciato davanti la corte lunedì scorso, durante la prima seduta dell’inchiesta aperta per capire cosa accadde due anni fa nella casa dell’artista britannico e che durerà altre due settimane.
Before you ask any question me already have an answer“, cantava negli anni ’80 Smiley Culture. Ora i suoi cari indossano delle maglie nere con la sua foto e una scritta: “Police Office Gimme An Answer“.

Inserisci un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Non accetto - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi