Home / Notizie / Vybz Kartel nega di essere stato picchiato in carcere

Vybz Kartel nega di essere stato picchiato in carcere

Voglio che i fan sappiano che sto bene. Non sono stato pugnalato né picchiato e non ho nemmeno cercato di suicidarmi“. Con una lettera ricevuta mercoledì dal sito di informazione The Jamaica Star, Vybz Kartel rassicura sul suo stato di salute.

Le ferite, semmai, gli sono arrivate da quelli che una volta considerava suoi amici: “Nonostante mi sia stata recentemente negata la libertà su cauzione, Popcaan e Tommy Lee mi abbiano tradito e stia attraversando il periodo più brutto della mia vita, non sono mai stato così determinato nel rimanere positivo“. Il controverso artista smentisce le parole dei due, sostenendo che non siano mai andati a trovarlo da quando si trova in carcere.

Kartel si trova in carcere dal settembre 2011, accusato di aver ucciso Clive Williams nella sua casa ad Havendale, il 16 agosto di due anni fa. Il processo che lo vede coinvolto dovrebbe svolgersi il 27 maggio prossimo.

Inserisci un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Non accetto - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi